VINICIO CAPOSSELA CHIUDERÀ IL MEETING DEL CERVATI 2018 CON “COMBAT FOLK” Appuntamento sabato 1 settembre alla Villa Comunale di Sanza
Pubblicata il 22 agosto 2018
VINICIO CAPOSSELA CHIUDERÀ IL MEETING DEL CERVATI 2018 CON “COMBAT FOLK”
Appuntamento sabato 1 settembre alla Villa Comunale di Sanza

Si chiuderà sabato 1 settembre 2018 con il concerto di Vinicio Capossela “Combat Folk”  il Meeting del Cervati 2018. L’amministrazione comunale di Sanza, nell’ambito del progetto finanziato dalla Regione Campania con fondi POC, ha scelto infatti di arricchire con la presenza del cantautore italiano il programma di valorizzazione culturale territoriale immaginato attraverso il Meeting del Cervati 2018, che apre al confronto tra tutte le realtà di montagna nel mezzogiorno per dare voce ai Comuni del Sud. Il concerto, realizzato con la collaborazione di Anni 60 Produzioni, si svolgerà presso la Villa Comunale di Sanza e avrà inizio alle ore 21.30; ingresso gratuito. Partner dell’iniziativa la BCC di Buonabitacolo.

Sul palco Vinicio Capossela porterà il progetto “Combat folk”.

I concerti denominati “Combat folk”, tra cui quello del 1° settembre al Meeting del Cervati presso la Villa Comunale di Sanza, sono rivincite all’aperto in contesti molto popolari dedicati al folk e alla terra. In “Combat Folk” la musica, più che la scenografia o l’evocazione teatrale, è protagonista. Diversamente dal luogo chiuso del teatro, dove si crea la sospensione dell’incredulità, i luoghi aperti rappresentano per Vinicio Capossela la nostra natura effimera e possono essere conquistati solo di volta in volta, con «il massimo sforzo per il massimo risultato». Si tratta quindi di esercizi per contrastare la ripetizione, dando seguito e rivincita a diverse passioni che proseguono ostinate negli anni.  

Uno show incentrato sulle “canzoni rurali da combattimento” che riprende il mondo rural folk di “Canzoni della Cupa”, con aggiunte di altri brani del repertorio di carattere rombante, perfettamente godibili per un pubblico in piedi. Presentato per la prima volta lo scorso anno, lo spettacolo ha una formazione a due trombe, con propulsione a tamburo e pompa di contrabbasso con la seguente line-up: Vinicio Capossela, voce, piano, fisarmonica; Alessandro Stefana, chitarre, banjo e campioni; Glauco Zuppiroli, contrabbasso; Giovannangelo de Gennaro, viella, aulofoni e voce; Mirco Mariani, batteria e voci; Sergio Palencia e Angelo Mancini, trombe mariachi; Peppe Leone, tamburi a cornice, tamburello e percussioni e voce.

La musica e le sonorità del menestrello onnivoro e globale, canzoniere straripante e universale, inconfondibile, grazie anche alla qualità letteraria dei suoi geniali testi che ha assorbito suoni e culture di ogni angolo del mondo, regaleranno dunque al pubblico presente uno spettacolo straordinario.

Torna alla lista
Maximall