SABATO E DOMENICA AL PALASELE DI EBOLI IN SCENA “NOTRE DAME DE PARIS”, L’OPERA POPOLARE MODERNA PIÙ FAMOSA AL MONDO Quattro repliche in due giorni per l’allestimento colossale con il cast originale. Ultimi biglietti disponibili anche al Botteghino del PalaSele aperto nei due giorni di spettacolo a partire dalle ore 14.
Pubblicata il 28 aprile 2016
SABATO E DOMENICA AL PALASELE DI EBOLI IN SCENA “NOTRE DAME DE PARIS”, L’OPERA POPOLARE MODERNA PIÙ FAMOSA AL MONDO
Quattro repliche in due giorni per l’allestimento colossale con il cast originale. Ultimi biglietti disponibili anche al Botteghino del PalaSele aperto nei due giorni di spettacolo a partire dalle ore 14.

Dopo aver incantato le platee di Milano, Trieste, Bari e Napoli, registrando ovunque standing ovation e sold out, arriva sabato 30 e domenica 1 maggio al PalaSele di Eboli“Notre Dame de Paris”. Quattro le repliche in programma con due messe in scena giorno (alle ore 17 e alle ore 21) per l’opera musicale moderna, prodotta da David Zard, che ha battuto ogni record: un trionfo che dura nel tempo e che è ritornato sulle scene italiane dopo 4 anni di pausa.

Un’alchimia unica che porta innanzitutto la firma inconfondibile di Riccardo Cocciante per le musiche, definite da tutti sublimi, e le parole, che raccontano una storia emozionante, scritte da Luc Plamondon e, nella versione Italiana, da Pasquale Panella; le coreografie ed i movimenti in scena sono curati da Martino Müller; i costumi sono di Fred Sathal e le scene di Christian Rätz.

Interpretato dal cast di eccezione composto da Lola Ponce (Esmeralda), Giò Di Tonno (Quasimodo), Vittorio Matteucci (Frollo), Leonardo Di Minno (Clopin), Matteo Setti (Gringoire), Graziano Galatone (Febo) e Tania Tuccinardi (Fiordaliso)assieme al secondo cast e agli oltre 30 ballerini e acrobati, diretti magistralmente dal regista Gilles Maheu, “Notre dame de Paris” è indubbiamente lo spettacolo musicale che ha riscontrato il più grande successo non solo in Italia ma nel resto del mondo. Complice un allestimento colossale in cui si consuma, in due atti, la storia del campanaro gobbo della cattedrale di Notre Dame e del suo amore tragico e impossibile per la bella gitana Esmeralda, di cui sono segretamente attratti anche il capitano delle guardie del Re Febo e l'arcidiacono della cattedrale Frollo.

Grandissima l’attesa per il ritorno in scena al PalaSele di Eboli 13 anni dopo – era il marzo 2003 quando lo show vi approdò con il cast originale, un team di artisti di primo livello che hanno reso quest'opera, tratta dall’omonimo romanzo di Victor Hugo, un assoluto capolavoro e che ora è pronto a far emozionare di nuovo il pubblico del PalaSele.

Gli ultimi tagliandi ancora disponibili per le date di Eboli, a cura di Anni 60 produzioni (costo da 25 a 80 euro), saranno acquistabili anche al Botteghino del PalaSele aperto nei due giorni di spettacolo a partire dalle ore 14. Per informazioni: 089 4688156.

www.ndpitalia.it 

Torna alla lista
Maximall